Le 6 migliori piattaforme di Crowdfunding a confronto

3 minuti di lettura

Perché un’analisi comparativa?

Negli ultimi anni il settore del crowdfunding, specie nell’immobiliare, sta registrando un trend di crescita senza precedenti. Secondo le ricerche di settore, il trend degli investimenti è in progressiva crescita e le piattaforme in Europa sono in continuo aumento. Lo sviluppo costante di diverse piattaforme – che sono diventate operative negli ultimi anni –  ha permesso agli investitori di scegliere tra varie opportunità di investimento. Attualmente, sul territorio nazionale, sono presenti decine di piattaforme ed alcune hanno riscontrato degli ottimi risultati, offrendo ai propri utenti un nuovo modo di investire in maniera facile e con rendimenti significativi.

Vista la vasta offerta di offerta sul mercato e la complessità nello scegliere la piattaforma più adatta, mettiamo a disposizione questo strumento per comparare le piattaforme su criteri semplici.

Come già spiegato in un precedente blog post “Che cos’è il Crowdfunding immobiliare?”, le piattaforme di crowdfunding si suddividono in due macro aree: equity e lending crowdfunding.

Senza soffermarsi sulla differenza tra i due tipi di crowdfunding, passiamo ad analizzare quali sono le caratteristiche delle principali piattaforme.

Quali sono le principali piattaforme e quali sono le loro caratteristiche?

Per scoprirlo, vi proponiamo una tabella comparativa con le principali piattaforme di Crowdfunding operative in Italia e le confrontiamo secondo 6 diversi parametri. 

  1. No fee sulle transazioni

Alcuni degli operatori non caricano in capo all’investitore alcuna commissione.  Crowdestate ad esempio prevede che tutte le transazioni di deposito e prelievo siano gratuite. Nessun costo è accreditato in capo all’investitore anche nel momento dell’investimento. Molte altre piattaforme applicano una investment Fee sul capitale investito.

  1. Garanzie personali e garanzie reali

Una tematica molto importante, ma di cui si parla poco è quella delle garanzie, infatti nel mercato italiano ancora poche piattaforme forniscono strumenti di garanzia agli investitori.
Le garanzie possono essere personali (come la fideiussione) o reali (come ad esempio l’ipoteca sul bene immobile o un pegno sulle quote sociali). Il team di Crowdestate in particolare si adopera costantemente per fornire il maggior livello di tutela all’investitore cercando di negoziare quante più garanzie possibili. Sugli investimenti esteri, complice una tassazione più favorevole, è possibile trovare numerosi progetti immobiliari garantiti da ipoteca, mentre per i progetti italiani si parla perlopiù di garanzie personali o pegni sulle quote societarie. 

  1. Analisi Finanziaria

Solo alcune piattaforme offrono una panoramica completa dei dati finanziari. Crowdestate, Walliance e Concrete – nelle pagine relative ai propri progetti – condividono un piano finanziario completo e puntuale, con i dati finanziari sull’opportunità corrente.

Il team di Crowdestate fornisce i dettagli economici presenti nel business plan, ma anche un’accurata valutazione del rischio espressa tramite un rating basato su molteplici fattori. In ultimo, viene anche resa pubblica la struttura finanziaria del progetto, garantendo la massima trasparenza per l’investitore.

  1. Progetti europei: opportunità internazionali

Non tutte le piattaforme offrono progetti internazionali, tra quelle menzionate in tabella ricordiamo Crowdestate, Walliance e Housers. Questa peculiarità permette di differenziare il proprio portafoglio di investimenti diversificando non solo con il numero di operazioni ma anche tramite la location prescelta, selezionando dunque mercati di riferimento differenti.

  1. Mercato secondario 

Crowdestate e Housers danno la possibilità all’investitore di usufruire dello strumento Mercato secondario, ovvero di una sezione della piattaforma nella quale vendere ed acquistare opportunità d’investimento, rientrando se lo si desidera del capitale investito in anticipo rispetto  a quanto previsto dal progetto in cui si ha investito.

  1. Range tassi di interesse

Come ultimo punto, non inserito in tabella, aggiungiamo quello relativo ai tassi di interesse. Considerato che il tasso d interesse su ogni piattaforma, varia a secondo del progetto (la sua durata e il rischio dell’operazione). Il tasso di rendimento annuo delle piattaforme operanti in Italia si aggira tra il 7 e il 13% . Crowdestate ha un range che oscilla tra il 10 ed il 13% annuo a seconda dell’opportunità di investimento.

The post Le 6 migliori piattaforme di Crowdfunding a confronto first appeared on Crowdestate.

Scroll to Top